Textile design: percorsi, esperienza e ricerche

By 15 settembre 2014Creatività, Design

C’è tempo fino al 9 novembre, per visitare Textile Design, mostra curata da Maria Grazia Soldati, Giovanni Maria Conti, Barbara Del Curto, Eleonora Fiorani.
Ospitata negli spazi della Triennale, l’esposizione racconta gli aspetti più interessanti della ricerca scientifica in ambito tessile in epoca moderna e contemporanea.

La mostra indaga il ruolo dell’innovazione in ambito tessile e la sua peculiare specificità made in Italy. Ciò significa esplorare l’intreccio di cognizione e possibilità espressive dei tessuti e il ruolo sempre più importante assunto dal design e dall’ingegneria nella progettazione di nuovi tessuti.

textile-mostre-settembre-triennale-milano-milanopostlink

In mostra è possibile scoprire realtà aziendali italiane di settore, numeroso materiale di archivio, prevalentemente cartaceo, libri e riviste.

Sono inoltre state allestite cinque installazioni di artisti che rileggono e interpretano il mondo del tessile e dell’intreccio.
Tra le realtà aziendali italiane di settore presenti in mostra anche Candiani, Canepa, Dainese (presente anche tra le installazioni con i designer), Eurojersey, Forza Giovane Art, Gavazzi, Lurex NextMaterials, RadiciGroup, Res, Slam, Stone Island, Zegna Baruffa Lane Borgosesia, ZIP GFD.

L’INSTM Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali, AIMAT Associazione Italiana d’Ingegneria dei Materiali e Dipartimento di Chimica e Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Laboratorio Industriale Pugliese dei Plasmi (LIPP) hanno messo a disposizione un’interessante selezione di contribuiti video.

Infine, in mostra saranno presenti materiali di archivio sia relativamente ai tessuti (archivio Gianni Bologna) sia relativamente a libri e riviste sulle tecnologie per il tessile (Archivio Biblioteca Tremelloni) e installazioni di designer Nanni Strada, Carlo Rivetti e di artisti Deda Barattini, Ivana Margherita Cerisara, Ilaria Beretta, Afran con la collaborazione di Base, Fibretec, Texpoint, che rileggono e interpretano il mondo del tessile e dell’intreccio.

Leave a Reply