Moda etica: il contest per gli eco stilisti di domani

By 2 luglio 2012Creatività

Moda Etica è il Concorso Nazionale dedicato alle auto-produzioni dei talenti italiani, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dall’Ass. Gioiello Contemporaneo. Il contest, ideato e sviluppato da Gli Artigianauti è una sfida di creatività e stile che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare le competenze e le professionalità di coloro che determineranno il futuro della Moda.

A contendersi la vittoria, saranno menti creative, alle quali si richiede di mostrare capacità stilistiche e di interpretare, in modo del tutto personale, il tema del Bianco in chiave etica e al contempo critica, utilizzando tessuti e tinture naturali, così come materiali riciclati.

Le aree per cui è possibile concorrere sono: abbigliamento, accessori moda, bijoux e gioielli, tessile. Attraverso gli elaborati che verranno proposti, i concorrenti potranno testimoniare e raccontare un nuovo approccio alla moda: etico e rivolto al futuro.


Entro il 31 marzo 2013 i candidati dovranno inviare la documentazione richiesta. Il concorso è aperto a designer/creativi/artigiani del bijou, del gioiello, dell’abbigliamento (sia esso uomo, donna o bambino), di accessori moda (calzature, cappelli, borse, foulard/sciarpe, guanti, cinture, ventagli, piccola pelletteria, office) e del tessile (rientrano nella categoria tessile tutte le tecniche di lavorazione tessile, quali ad esempio: tessitura a telaio a mano, uncinetto, knitting, macramè, ricamo, tombolo, merletto, pizzo, chiacchierino, intrecci, ecc), che siano professionisti o autodidatti.

Possono inoltre partecipare tutti gli studenti iscritti a Istituti Pubblici o Privati di Moda, Accademie, Università. E’ necessario che il candidato sia di nazionalità italiana o stranieri residenti in Italia e che abbiamo compiuto la maggiore età.

Tutte le informazioni, il bando di partecipazione e la modulistica è disponibile sul sito: www.gliartigianauti.com . Per informazioni e iscrizioni scrivere a: info@gliartiginauti.com

Join the discussion 6 Comments

Leave a Reply