Manca l’ispirazione? Ecco l’ABC della creatività

By 11 febbraio 2013Advertising, Creatività

Secondo Henry Ford pensare sarebbe il lavoro più arduo di tutti. Non a caso quello del creativo può risultare un lavoro davvero ostico: ogni giorno bisogna trovare un’idea, progettare un visual, ideare un’immagine che si sposi perfettamente con l’headline studiata dal copywriter.

E quando viene meno l’ispirazione? Bè siamo di fronte a un bel problema. “The A Z of visual ideas” di John Ingledew viene in aiuto di tutti i creativi colti da imporvvisa crisi creativa.

“The A Z of visual ideas” è un manuale che propone una dettagliata lista di soluzioni per qualsiasi problema di visual. Per ogni lettera dell’alfabeto, il volume propone spunti e riporta esempi dal mondo dell’adverstising. Iniziamo dall’A B C.

The A Z of visual ideas

A come Arte, si proprio quella con la A maisucola, quella dei quadri entrati ormai a far parte dell’immaginario colletivo. Un’idea per uscire da un empasse creativo puo essere questa:  scegliere un’opera stra famosa, ambientare la scena all’interno del quadro e contestualizzre il prodotto o il messaggio dentro l’opera d’arte.

“The A Z of visual ideas”

B come Bianco, che sin dai tempi di Malevic è stato utilizzato per rappresentare ciò che non è, ossia il vuoto. Ciò significa che ogni oggetto riprodotto su fondo bianco risalta in modo netto e assume un’importanza determinante. Il bianco contemporaneamente veicola significati di semplicità, pulizia, trasparenza. Il bianco valorizza qualsiasi segno, non è un caso se Armando Testa definì perfetta la bandiera giapponese.

C come Colore. Ossia utilizzare il colore in modo creativo. Scegliere un colore e renderere tutto il visual monocromatico, dagli oggetti, alle persone, al paesaggio; oppure creare dei contrasti: scegliere il biano o il nero, i due non colori, per tutta la scena eccetto l’elemento che interessa alla comunicazione che deve assumere un colore netto, intenso, in modo che risalti in modo evidente. O ancora, invertire i colori delle cose o variare i colori naturali in colorazioni evidentemente artificiali.

“The A Z of visual ideas”

“The A Z of visual ideas”

Leave a Reply