Borgo creativo Official Website


Le regole della creatività

A questo punto dovrebbe sorgere una domanda. Da quando la creatività ha delle regole? Risposta: dal Secondo Dopo Guerra, quando in Unione Sovietica nasce la teoria della risoluzione dei problemi inventivi. I russi hanno messo a punto un metodo in cui la creatività delle nuove invenzioni si incontra con processi codificati, utili in ogni caso e a chiunque.

Così è stato inventato il Triz, l’acronimo russo di Teoria della risoluzione dei problemi inventivi, il metodo che permette di trovare soluzioni in qualunque cirsostanza. Uno dei suoi divulgatori più accreditati è Sergei Ikovenko, docente al Mit di Boston e vicepresidente della International Triz Association, che gira il mondo per spiegare come si fa a diventare creativi.

Questo metodo si basa sull’utilizzo di una matrice che indica quali, tra 40 principi, è il caso di utilizare in base al problema creativo che dobbiamo affrontare. I principi del metodo Triz furono messi a punto dall’ingegner Altshuller che cominciò a lavorare a questa idea subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, studiando i brevetti di tutto il mondo alla ricerca delle regolarità, delle cose che si ripetono quando si inventa qualcosa di nuovo.

Egli sviluppò, oltre ai fondamenti della teoria, molti dei tools principali:

i 40 principi inventivi (1946-1971)
la matrice delle contraddizioni tecniche
i principi di separazione delle contraddizioni fisiche (1946-1985)
l’analisi Substance-Field (Su-Field Analysis) (1973-1981)
le 76 Soluzioni Standard (1977-1985)
l’applicazione degli Effetti Naturali e Scientifici (1970-1980)
le Leggi di Evoluzione (1975-1980)
l’algoritmo ARIZ per la soluzione di complessi problemi inventivi (1959-1985)

Per approfondire http://etria.net/portal/

Qui di seguito il modello generale del Triz:

Lascia un Commento