Che forma ha il gusto?

Il Mart di Rovereto fornisce una risposta molto curiosa e creativa a questa domanda, e lo fa con una mostra dal titolo “Progetto cibo” a cui hanno partecipato architetti e designer, da Achille Castiglioni a Gaetano Pesce, e chef rinomati come Carlo Cracco e Bruno Barbieri.

Il percorso espositivo è suddiviso per aree tematiche. Tra i prodotti più originali presenti in mostra la pasta ideata da Giorgetto Giugiaro, Mauro Olivieri e Christian Ragot, esempio emblematico di come la creatività dei designer converga con la produzione industriale.

In molti casi è la forma stessa di un prodotto ad essere pensata e sviluppata come elemento decorativo: in mostra si vedranno le gelatine di Bompas & Parr che riproducono la Cattedrale di St Paul a Londra, la “Bread Palette” (fetta biscottata a forma di tavolozza) di Ryohei Yoshiyuki o le i-cakes di Martì Giuxè.

 

In mostra anche oggetti di design realizzati con materiali alimentari: i gioielli di cioccolato di Barbara Uderzo, i servizi da tavola di pane di FormaFantasma o il “Decafè” di Raúl Laurí Pla, vincitore del Salone satellite 2012 a Milano.

La “Cioccolator” di Alessandro Mendini – una calcolatrice a forma di tavoletta di cioccolato -, o i “Popsicles” di Putput – spugne sagomate come ghiaccioli – sono invece singolari esempi di oggetti di design che alludono al cibo.

Mart di Rovereto – Dal 28 febbraio al 2 giugno 2013

Leave a Reply